Baldo in rete

Tipologia Progetto
Valorizzazione turistica del territorio
Descrizione Progetto

BALDO IN RETE è un sistema integrato di opere mirate alla valorizzazione del comprensorio del Monte Baldo nei suoi notevoli e vari aspetti storico-culturali, paesaggistico-ambientali, naturalistici, sportivi e ricreativi.

Il sistema di itinerari proposto comprende antiche strade comunali e vicinali, caratteristiche mulattiere selciate e sentieri, che hanno rappresentato per secoli le vie di accesso alle più aspre aree del Monte Baldo. Per lunghi tratti conservano ancora l’originale tracciato e lungo il loro percorso sono ben riconoscibili le testimonianze dell’antica comunità contadina e della sua incessante attività.

Dalle aree di parcheggio collegate alla viabilità principale, opportunamente realizzate o sistemate, attraverso faggete, boschi di latifoglie e conifere, prati e pascoli, si raggiungono vecchie contrade isolate, insediamenti temporanei del passato, caratteristici bàiti e casàre delle numerose malghe, sempre accompagnati da splendidi scorci panoramici.

Collegandosi ai sentieri che raggiungono le cime più alte o che scendono verso la Val d’Adige e il Lago di Garda, è possibile inoltre cogliere gli importanti e noti aspetti naturalistici del Monte Baldo. Si possono attraversare, infatti, in rapida successione, tutte le principali formazioni vegetali presenti nella penisola italiana e in gran parte d’Europa.

La dotazione di una cartellonistica inserita in modo armonico nell’ambiente che evidenzia di volta in volta le numerose e significative emergenze, accompagna i visitatori nella conoscenza del territorio nei suoi vari aspetti.

I bàiti e le casàre di alcune malghe, adeguatamente recuperati e riqualificati, costituiscono importanti riferimenti per la ricettività turistica, per la valorizzazione e vendita di prodotti tipici locali, come centri didattici, punti informativi, punti di ristoro e assistenza alle attività sportive.

La presenza di percorsi “accessibili a tutti” e le aree di sosta dotate di panche e tavoli in prossimità degli edifici delle malghe, completano la possibilità di fruizione del territorio da parte di qualsiasi visitatore.

Condividi

Cogev